Rassegna stampa

14/05/2012

Biorassegna (stampa): Il settore “bio” fa passi da gigante

 
Cantina Di Filippo - lavoro nelle vigne

Il settore “bio” fa passi da gigante. Biologico è bello, sempre di più. Stando infatti ai numeri resi noti questa settimana, il mercato italiano dei prodotti “verdi” nel 2011 ha ancora una volta fatto passi da gigante, facendo sorridere gli operatori.
(Avvenire – 12.05.2012)
 
Baby, biologica e in formato snack. Ecco i mille modi per gustare la carota. Toccasana si coltiva tutto l'anno ed è uno degli ortaggi più salutari.
(il Resto del Carlino – 06.05.2012)
 
Tracce di pesticidi e scarsa qualità quando la spesa solidale è poco bio. Altroconsumo sui fornitori dei gruppi di acquisto. “Ma non mancano prodotti eccellenti”. Bocciate 3 aziende su 9. La frutta a km zero? Viene dall'Argentina. Quasi tutti i prodotti sono stati dichiarati biologici ma a volte la certificazione non è in etichetta: non tutte le fasi della filiera seguono i parametri di legge. 
(Corriere della Sera – 04.05.2012)
 
Spazio al bio e al dop, l'eccellenza umbra in mostra a Cibus. Sono 36 le aziende e gli enti della provincia di Perugia presenti a Cibus 2012. La più importante vetrina dei prodotti alimentari italiani aprirà i battenti lunedì prossimo a Parma. 
(Corriere dell'Umbria – 03.05.2012)
 
C'è bio e bio è boom delle coltivazioni sostenibili, occhio però all'etichetta. Oltre alla domanda, cresce pure la richiesta di sicurezza per i prodotti biologici. Molto è stato fatto, anche grazie alla regolamentazione europea. Ma si può (e si deve) fare di più. 
(BusinessPeople – 01.05.2012)
 
 
Cresce la voglia di spesa bio. Sono sempre di più i prodotti naturali anche tra gli scaffali di supermercati e discount. I prodotti bio convincono sempre di più le famiglie italiane. Lo evidenziano anche i rapporti BioBank, che dimostrano la crescita esponenziale di tutti quei canali che tendono ad accorciare la filiera tra produttore e consumatore.
(Vie del Gusto – 01.05.2012)
 
 
Bio: da soli è bene, insieme è meglio. Più di 75mila visite annue, 250 produttori, 15 gruppi d'acquisto. Ѐ Piazzabio.it il portale di chi mangia bene. Bisogna dare alle aziende specie alle piccole uno strumento per essere raggiunte. 
(Quattro colonne – aprile 2012)
 
Commenta questa news
Nome e cognome Email Commento
commenti
Non ci sono commenti